100 Gianni Rodari

100 Gianni Rodari

Museo Farfalla rende omaggio all’uomo che ha fatto della fantasia uno strumento della didattica con un nuovo spettacolatorio:

Sbagliando si inventa!”


per le famiglie

SABATO 24 E DOMENICA 25  ottobre 2020
A QUARTA PARETE
(Staz. MILANO PORTA VITTORIA del passante ferroviario)
prENOTAZIONI OBBLIGATORIe al 375 55 31 474

per le scuole
(classi prime, seconde, terze, quarte e quinte

daL 25 GENNAIO 2021 Alla Fabbrica del Vapore

dal 3 NOVEMBRE al 15 DICEMBRE 2020 PRESSO LA VOSTRA SCUOLA
(IN SPAZI COMUNI O IN CLASSE)


§

“Dice il proverbio antico: sbagliando si impara.
Il nuovo potrebbe essere: sbagliando si inventa”.

Il 24 ottobre di 100 anni fa nasceva Gianni Rodari, il grande poeta, maestro e pedagogista che dedicò la vita a far incontrare poesia, gioco, impegno civile e bambini, vincendo nel 1970 il prestigioso premio Andersen con la pubblicazione de “La grammatica della fantasia”.

All’interno della rassegna nazionale “100 Rodari” da lunedì 26 a venerdì 30 ottobre le scuole potranno partecipare allo spettacolo-laboratorio “Sbagliando si inventa!”, ispirato ai testi e alle idee del maestro di Omegna, che conosceva bene la differenza tra i – piccoli – errori degli scolari e i – grandi – errori degli adulti.

Gli incontri si svolgeranno presso la Sala Colonne della Fabbrica del Vapore, un ampio spazio in sicurezza e sanificato che permette di ottemperare alle norme igieniche in vigore a tutela dei bambini, degli insegnanti e dei nostri operatori.


Rodari era diretto, fantasioso, critico, sintetico, partecipe, onesto. Prima ancora che per i suoi contenuti letterari, per noi è stato un maestro di metodo: la creatività è uno strumento per dire meglio, capirsi, motivare/rsi ad agire. Cambiare un poco il mondo è sempre possibile e va fatto.

Noi abbiamo attraversato la sterminata produzione di Rodari seguendo un filo rosso: cos’è un ERRORE? È una svista grammaticale? È un pensiero mal congegnato? È un’azione contro qualcuno? O è il presupposto per una scoperta? Un attrezzo per far poesia? Il dizionario dice che è un derivato di errare, andare in giro senza meta. Allora può essere che “sbagliare” sia un’opportunità…

Lo spettacolo si snoda attraverso storie e filastrocche di Rodari, con parole, azioni e giochi, con bambini e adulti che insieme agli attori sono scolari, migranti, automobilisti o soldati, uccellini e infine stelle. L’immaginazione la fa da padrona in questa storia raccontata da tutti a tutti. Prendiamoci per mano, guardiamoci negli occhi, vediamo di comportarci bene.

Essere maestri di parole, come lui lo era, offre un grande insegnamento che questo spettacolo cerca di riverberare: conoscere e usare bene le parole permette di affrontare ogni meandro della realtà caleidoscopica che ci circonda tenendo la direzione verso ciò che conta. È questa competenza che rende possibile affrontare nella stessa ora e mezza disoccupazione e cieli stellati, giochi e guerre, birbonate e città fantastiche.

I “materiali di scena” vengono preparati contestualmente allo spettacolo: alcuni vengono realizzati dal pubblico in un pre-spettacolo laboratoriale, altri durante l’intermezzo, altri ancora a spettacolo concluso, in un momento di riflessione individuale su quanto condiviso durante l’incontro.
La musica è sia registrata che eseguita dal vivo con strumenti e canto, sia come contenitore emozionale sia come pratica espressiva comunitaria.

La compresenza di adulti e bambini crea una “circolarità” generazionale particolare, che crea nella scoperta (o nella ri-scoperta) della fantasia come attitudine propria e non nozione astratta, un’occasione di incontro autentico, disarmato, costruttivo, affettuoso.




Lo spettacolo è inserito nella rassegna nazionale:

100 Gianni Rodari

In occasione dei 100 anni della nascita di Gianni Rodari, le case editrici che ne hanno pubblicato gli scritti hanno deciso di ricordare il grande giornalista-scrittore-pedagogo con un calendario di eventi in tutta Italia.

A Milano il museo farfalla è stato scelto nella programmazione rivolta ai più piccoli, in forza della qualità decennale delle sue proposte che tanto devono nella loro creazione agli ideali di uguaglianza, pace, progresso sociale di Gianni Rodari.


Per maggiori informazioni

contattateci telefonicamente via whatsapp al 375 55 31 474

o scriveteci a: scuola@museofarfalla.org


piede-museofarfalla-fosforo-icom

§

§

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.